La crisi? E’ cominciata con il divorzio

Standard

Non propone una vera alternativa, ma almeno fa una analisi alternativa….

Una casa sulla roccia

la_stampa_divorzio

di Riccardo Cascioli

Che il 40esimo anniversario del referendum sul divorzio – svoltosi il 12 maggio del 1974 con la vittoria dei no all’abrogazione della legge che quattro anni prima l’aveva introdotto in Italia – fosse l’occasione per le solite celebrazioni sulla conquista dei diritti civili era scontato. Altrettanto scontato sentir celebrare l’ingresso nella modernità a cui partecipò anche la parte più “illuminata” del cattolicesimo italiano, ovviamente quella che si schierò per il “no all’abrogazione”. Il tutto a testimonianza della maturità raggiunta dal popolo italiano, maturità che – tra parentesi – deve essere stata persa un po’ più avanti vista la situazione in cui ci troviamo oggi.

C’è però una notazione originale che fa Pierluigi Battista sul Corriere della Sera che merita una riflessione. Sostiene infatti Battista che in quell’occasione la passione civile ebbe la meglio sulla logica dei partiti. E questo si tradusse nel fatto che furono due parlamentari…

View original post 725 altre parole

Tutti in fila per il corso da “codista”

Standard

Nuova imprenditoria o arte di arrangiarsi?

Stefano Innocenti, Psicologo del Lavoro

Sottotitolo (polemico): “Siamo un Paese di santi, marinai e formatori?”

In questi giorni ho letto da più fonti dello sviluppo imprenditoriale di nuova figura professionale, il “codista”. Ovvero, quello che dietro un modico compenso fa la fila negli uffici per te.

Per chi si fosse perso gli ultimi aggiornamenti, trovate tutto riassunto in questo video.

Vi risparmio le considerazioni più ovvie, ovvero che fra il voler aprire regolari agenzie in tutta Italia e il riuscire a farlo realmente c’è una certa differenza, che 10 euro/ora tolte le tasse non sono esattamente una gran cifra, che in realtà “l’arte di fare la fila” non è poi nuovissima…

Vorrei invece concentrarmi su un singolo dato, che non ho ancora visto commentato da nessuno.

Image

300 richieste di partecipazione al corso (gratuito) “per codisti”, 12 gli ammessi (alcuni vengono intervistati nel video precedente, e giustamente sembrano principalmente motivati alla frequenza dalla remota possibilità…

View original post 170 altre parole

La morte di Gesù e il mistero del velo del Tempio che si squarciò

Standard

Una riflessione pasquale…

Una casa sulla roccia

481x309

di Rino Cammilleri (da Il Timone, gennaio 2014)

Dicono i Vangeli che, appena morto Gesù, il velo del Tempio si squarciò. I Vangeli, stringati resoconti storici, ci vengono ripetuti da duemila anni ogni domenica e, come accade delle cose cui si è fatta l’abitudine, finiscono col divenire parte del panorama consueto. Mi si passi l’esempio, è come vedere per la prima volta un bel paesaggio. La sua bellezza desta meraviglia e piacere ma, se si va ad abitare proprio lì davanti, in pochi giorni la meraviglia e il piacere svaniscono. L’abitudine, insomma, uccide lo stupore e un importante dettaglio, a furia di starci sotto il naso, rischia di non venire mai colto. Così è per il velo del Tempio cui accennavamo, un particolare che a noi forse dice poco ma che per gli astanti di allora deve essere stato sconvolgente.

View original post 1.287 altre parole

Presentazione del libro: “Omosessualità controcorrente”

Standard

Ogni tanto una voce fuori dal coro…

il blog di Costanza Miriano

PhiOmosessualità controcorrente COP (2)lippe Ariño  , uno degli iniziatori della  Manif pour Tous , venerdì (stasera) a Bologna Philippe presenterà il suo libro appena tradotto in italiano e che in Francia, pubblicato nell’ottobre 2012, ha avuto un grandissimo successo. Il titolo scelto dall’editore, Effatà, contiene già tutto il senso di questo breve saggio: “ Omosessualità controcorrente. Vivere secondo la Chiesa ed essere felici ”.

View original post 515 altre parole

Udienza generale. Papa Francesco: “il matrimonio è l’icona dell’amore di Dio con noi”

Standard

Sempre attuale…

Una casa sulla roccia

Pope delivers blessing during general audience in St. Peter's Square at Vatican

Il Papa all’udienza generale ha concluso il ciclo di catechesi sui Sacramenti parlando del Matrimonio. “Questo Sacramento – ha detto – ci conduce nel cuore del disegno di Dio, che è un disegno di alleanza col suo popolo, con tutti noi, un disegno di comunione. All’inizio del libro della Genesi, il primo libro della Bibbia, a coronamento del racconto della creazione si dice: «Dio creò l’uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò: maschio e femmina li creò … Per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e i due saranno un’unica carne» (Gen 1,27; 2,24)”.

A braccio ha proseguito: “L’immagine di Dio è la coppia matrimoniale, è l’uomo e la donna, tutti e due, non soltanto il maschio, l’uomo, non soltanto la donna, no: tutti e due. E questa è l’immagine di Dio, e l’amore, l’alleanza di Dio con noi…

View original post 983 altre parole

Il vangelo dei divorziati

Standard

La dottrina non può essere cambiata – afferma Kasper – ma è soggetta anche a uno sviluppo: può essere espressa con parole nuove, può essere compresa più profondamente, può essere declinata in disciplina attraverso modalità diverse, perché è nella storia umana che il vangelo va predicato, creduto e vissuto: non cambia, ma può essere compreso meglio. Tutti sono convinti che la forma e l’identità della famiglia, mutata a più riprese nel corso dei secoli, ha conosciuto in questi ultimi decenni un profondo cambiamento legato ai nuovi approcci antropologici e alle diverse realtà sociali. E il vangelo della famiglia non può essere proposto con il linguaggio, l’intransigenza e la durezza dei tempi post-tridentini…
Fino a prima del concilio i divorziati erano ritenuti ‘pubblici peccatori’, esclusi dalla comunità cristiana, a volte persino scomunicati. Ma la Chiesa, a partire dagli anni dell’assise conciliare, ha cambiato rotta fino a renderli destinatari di una pastorale…

View original post 84 altre parole

L’imprenditore come Noè

Standard

Marketing & Pastorale

Una bellissima iniziativa e un ottimo articolo meritano di essere divulgati.
L’iniziativa è della diocesi di Carpi:
Carpi: avviati progetti imprenditoriali grazie a donazione di Benedetto XVI

(Testo proveniente dalla pagina http://it.radiovaticana.va/news/2014/03/14/carpi:_avviati_progetti_imprenditoriali_grazie_a_donazione_di/it1-781232
del sito Radio Vaticana )

Un brillante idea che mette in pratica il Vangelo, aiutando giovani avvenutorosi a rispondere a una chiamata, così come Noè
rispose a una chiamata per salvare altre persone e animali.
Così questi giovani possono rischiare con il proprio talento e aiutare tutte le persone attorno a loro ad ottenere la dignità del lavoro, non la semplice
e superficiale elemonsina.

Allo stesso tempo su avvenire di Domenica un magistrale articolo del Prof. Luigino Bruni ci fa capire come colui che intraprende risponde
a una chiamata, con i suoi rischi e la sua forza che viene dall’alto.
Una volta poi risposto a tale chiamata si ritorna a essere un semplice uomo qualunque come per Noè.

View original post 548 altre parole